Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Veneto, insieme alla Provincia autonoma di Bolzano. Sono queste le aree che nella mappa del rischio del Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), se i dati verranno confermati, saranno contraddistinte dal “rosso scuro”. Una categoria che individua le aree più pericolose per il contagio da Covid-19 in Europa e che “riflette l’alto livello di infezioni parzialmente legate a nuove varianti di coronavirus”, come ha spiegato il commissario Ue per la Giustizia, Didier Reynders parlando della proposta sui viaggi dentro e fuori ai confini Ue.

“La nuova categoria” di rischio “si applica alle aree in cui il tasso di notifica delle infezioni di 14 giorni è di 500 o più”, ha aggiunto. L’Italia dunque avrà alcune zone “rosso scuro”, come “dieci-venti Paesi Ue”, ha aggiunto Reynders. Tra questi ci sono ampie zone del Portogallo e della Spagna e alcuni territori in Italia, Francia, Germania e Paesi scandinavi, ha detto. L’inclusione delle tre regioni e della provincia italiana tra le zone a maggiore rischio deriva da una prima simulazione sugli ultimi dati raccolti dall’Ecdc, risalenti al 17 gennaio scorso. Se i dati venissero confermati quindi, le aree passerebbero nella nuova zona ad alto rischio individuata dall’Ue.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Israele, ebrei ultraortodossi protestano contro le misure anti-Covid: scontri con la polizia e bus a fuoco

next
Articolo Successivo

Davos, Xi Jinping rivolto agli Usa: “Basta isolazionismi arroganti. Via le barriere commerciali”

next