“Voglio ribadire che siamo nel mezzo di una crisi, abbiamo bisogno di stabilità“: la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, risponde così a chi le chiede un commento sul voto di fiducia incassato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Tutti devono lavorare al massimo per superare la pandemia e la crisi economica”, ha sottolineato durante la conferenza stampa congiunta con il presidente del parlamento europeo David Sassoli e il premier portoghese Antonio Costa, presidente di turno della Ue. Anche quest’ultimo ha sottolineato di essere “soddisfatto del fatto che ci sia stato il voto” al Senato. “È necessaria stabilità nella gestione politica degli Stati membri per attuare decisioni importanti, come il piano vaccinale, la prevenzione della pandemia, il Recovery plan. La stabilità è fondamentale per il successo della ripresa Ue e questo vale per tutti i 27 Paesi”, ha spiegato Costa.

Già a inizio gennaio Von der Leyen aveva sottolineato il lavoro congiunto portato avanti con il governo Conte: “È in corso un negoziato molto positivo con l’Italia”, aveva detto riferendosi al Recovery fund. Anche oggi la presidente dell’esecutivo di Bruxelles usa poche parole ma significative: “La Commissione è in stretto contatto con il governo italiano, da mesi, per il piano nazionale di Recovery”, ha voluto evidenziare Von der Leyen. “E’ un lavoro in corso, che la Commissione fa con tutti gli Stati membri”, ha aggiunto.

“Tutti questi piani si stanno evolvendo, per assicurarci che prendano sul serio le priorità che abbiamo: la rivoluzione verde, la digitalizzazione, la resilienza, il settore sanitario, le riforme e massicci investimenti, perché è quello che la gente si aspetta. Quindi, mettiamoci insieme e uniamo le forze“, ha concluso Von der Leyen. Nessuna conferma rispetto alle accuse di ritardi da parte dell’Italia nella presentazione del Piano. Un Piano che è stato uno dei motivi addotti da Matteo Renzi per giustificare la sua rottura con il governo e che invece, stando alle parole di Von der Leyen, viene condiviso passo dopo passo con Bruxelles.

“Noi abbiamo la fiducia nei Parlamenti, ieri nel parlamento italiano c’è stata la fiducia al governo, la fiducia è fiducia e abbiamo la certezza che il governo italiano risponderà con stabilità e con responsabilità agli impegni che la crisi richiede”, ha spiegato David Sassoli durante la stessa conferenza stampa. “Tutti gli sforzi debbano essere concentrati sui piani di ripresa, quello italiano è particolarmente impegnativo perché ha una mole di risorse da impiegare che valgono per la ripresa italiana ed europea”, ha aggiunto il presidente dell’Europarlamento. “Credo che questa responsabilità il governo Conte l’abbia assunta e nel rapporto con la Commissione stia facendo del suo meglio perché il piano di ripresa italiano coincida con gli sforzi che l’Europa deve sostenere”, ha concluso Sassoli.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi di governo: archiviato il disegno renziano, ora serve una svolta per questo paese

next
Articolo Successivo

Il question time alla Camera con i ministri Di Maio, Costa, Franceschini e Patuanelli: segui la diretta

next