Un grave lutto ha colpito l’attrice e conduttrice televisiva Alessandra Casella. Il marito è morto all’alba del 2 gennaio all’età di 54 anni a causa di un infarto. Ad annunciare quanto accaduto la stessa Casella che ha scritto un breve tweet: “Era l’amore della mia vita. Il padre di mia figlia. Il mio migliore amico”. Il cinguettio è stato subito seguito da commenti di supporto e vicinanza per questo lutto improvviso.

Casella ha sempre tenuto separate vita privata e lavorativa. Conosciuta sia al cinema che nel piccolo schermo, Casella è amata dal pubblico in particolare per la conduzione della trasmissione Mediaset dedicata ai libri, “A tutto volume”, tra il 1992 e il 1994, ma anche per la “Domenica Sportiva”, al fianco di Gianfranco De Laurentiis.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omar Elabdellaoui ferito dai fuochi d’artificio a Capodanno: il difensore del Galatasaray rischia la vista

next
Articolo Successivo

La comunità di San Patrignano si dissocia dalla docu-serie Netflix: “Racconto sommario e parziale. Preoccupati per gli effetti negativi”

next