Giulio Andreotti aveva l’abitudine di conservare ogni foto, ogni documento, ogni lettera, ogni appunto. Quella di “archivista di sé stesso” era come una vita parallela.

Per il ciclo targato Nove Racconta Giulio Andreotti è al centro non di una biografia ma di un racconto originale della vita politica e privata, attraverso l’ascolto dei suoi scritti, la visione delle sue foto pubbliche e personali, e le interviste a testimoni dell’epoca.

La voce di Vinicio Marchioni ripercorre la sua vita e la racconta in prima persona, accompagnata dalle testimonianze dei familiari che ne hanno conosciuto la dimensione privata, e dalle personalità che lo hanno incontrato e che svelano i retroscena della sua figura pubblica. Ne scaturisce il ritratto inedito di un uomo curioso, timido, innamorato della sua famiglia.

Un documentario, dunque, che trova il suo filo conduttore nelle parole del protagonista, che narrerà “in prima persona” tutti gli eventi al centro del racconto.

Il documentario “Andreotti – Diario Privato”, attraverso il recupero del materiale conservato nel suo immenso archivio, documenti spesso inediti, racconta la vita di uno degli uomini che più ha segnato la storia dell’Italia repubblicana. Le immagini, il repertorio, le foto inedite, l’archivio, i documenti esclusivi, le lettere autografe, i messaggi privati di un uomo al centro della storia di questo paese: Giulio Andreotti. Sono, per la maggior parte, immagini e documenti tratti dall’archivio dell’Istituto Luigi Sturzo, dove la famiglia Andreotti ha trasferito tutto l’enorme materiale conservato dal padre.

Tra le testimonianze: Gennaro Acquaviva, Serena Andreotti, Stefano Andreotti, Massimo D’Alema, Massimo Franco, Pio Mastrobuoni, Paolo Cirino Pomicino, i nipoti Paolo Ravaglioli e Giulio Andreotti, Vincenzo Scotti, Riccardo Sessa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’anno che verrà, la Rai censura in diretta J-Ax e Clementino: “Muoviti arra***a”. Ecco cosa è successo

next
Articolo Successivo

Danza con me, Roberto Bolle trasforma la tv con eleganza e talento. Dal ritorno di Vasco a Diodato agente 007: tutti i momenti salienti

next