Quando tutto è iniziato il mio più grande terrore era proprio che si arrivasse a questo punto… Ho sempre visto mio Babbo come Highlander… la persona più buona ma anche più forte del mondo… L’uomo che in ogni situazione sapeva prendere le redini e gestirla al meglio“. Inizia così il commovente post scritto da Valerio Scanu per ricordare il papà scomparso. Il padre Tonino aveva 64 anni e da quasi un mese e mezzo era ricoverato nell’ospedale Mater Olbia, in Sardegna. A dare la notizia della scomparsa è stato il quotidiano “La Nuova Sardegna“: l’uomo era stato portato in ospedale dopo che era risultato positivo al tampone, poi le sue condizioni si erano improvvisamente aggravate. “Trovandoci così, senza che lui potesse proteggerci e tutelarci , mi è venuto da pensare “ma queste cose le ha sempre fatte Babbo, non posso, non sono in grado io, ora”“. Poi qualche parola sulla struttura ospedaliera dove Tonino è stato a lungo ricoverato: “Devo fare dei doverosi ringraziamenti a tutto lo staff medico e infermieristico del Mater Olbia che in questo periodo ha sempre avuto cura di Babbo… un GRAZIE ai dottori Formicola, Pulzone, Sechi, Piras, Grande, Jovanovic, Oggiano coi quali mi sentivo per i quotidiani aggiornamenti… siete stati , comunque, i miei grandi Eroi…“. E poi la famiglia: “Grazie alla mia FAMIGLIA che anche in questa occasione si è dimostrata più grande e solida di quanto non lo sia sempre stata… Questa emergenza sanitaria non aiuta di certo a sopportare questo dolore… So bene che in tanti sareste voluti venire per dare l’ultimo saluto a mio padre ma non posso permettere che altre persone rischino di passare le sue stesse sofferenze… Babbo direbbe e farebbe la stessa cosa… Con grande difficoltà faccio appello alla responsabilità di tutti e vi dispenso dalle visite e dalla partecipazione ai funerali… Beh, Babbo mio, la gratitudine di essere tuoi figli è molto più forte della morte e del dolore che ora ci sta soffocando… Ti amiamo infinitamente. Valerio Alessandro Sonia“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuovo “like” alla foto di una modella in posa sexy dall’account Instagram di Papa Francesco

next
Articolo Successivo

Heather Parisi: “Io e la mia famiglia non faremo il vaccino anti-Covid”

next