“Per quanto riguarda Giulio Regeni c’è un dato importante, un’informazione importante ce l’ha data la procura di Roma, alla quale a il mio personale plauso e ringraziamento: hanno lavorato tantissimo, hanno dimostrato una capacità investigativa incredibile. Da quello che abbiamo potuto apprendere abbiamo degli elementi che denotano un quadro probatorio, indiziario o probabotorio, non voglio entrare nel tecnico, che ha una certa solidità e comunque consentirà, con tutte le verifiche e le garanzie del caso che il nostro ordinamento offre, di celebrare un processo italiano, con le nostre regole, le nostre garanzie, con la nostra capacità, che esprime il sistema giudiziario, per assicurare la verità su una morte, che anche dagli ultimi dettagli, è avvenuta con modalità efferate, particolarmente cruente e crudeli“. A dirlo il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alla conferenza stampa da Bruxelles dopo il Consiglio europeo.

“Vogliamo la verità e continueremo come governo ad operare tutti quei passi necessari e funzionali per ottenere questa verità e valuteremo qualsiasi altra iniziativa che possa essere comunque in questa logica utile e complementare rispetto a questo obiettivo, rispetto alla giustizia che dobbiamo a questo nostro ragazzo, ai suoi familiari”, ha aggiunto Conte.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Recovery fund, Conte: “Ci confronteremo con le singole forze politiche, capiremo cosa nascondono le critiche. Il Paese merita risposte”

next
Articolo Successivo

Regeni, Fico: “Camera conferma la chiusura delle relazioni diplomatiche con l’Egitto. Il racconto delle torture è stato agghiacciante”

next