Sono 12.756 i nuovi casi di coronavirus accertati in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 118.475 tamponi processati, il tasso di positività dunque si assesta al 10,76%. Sale ancora in maniera importante il numero dei decessi: 499 malati di Covid-19 sono deceduti. Si allenta, invece, la pressione sugli ospedali: i ricoverati con sintomi diminuiscono di 428 unità e sono 25 i posti che si sono liberati in terapia intensiva, a fronte di 150 ingressi (Campania e Provincia autonoma di Bolzano non hanno comunicato il dato). La giornata di oggi fa registrare il record di dimessi-guariti: 39.266 il numero comunicato dalle Regioni.

Da lunedì a oggi sono 41.318 le diagnosi di infezione al Sars-Cov-2 comunicate. Negli stessi giorni della scorsa settimana erano state 56.436, mentre tre settimane fa erano 93.827, più del doppio. È stabile invece il tasso di positività che negli ultimi tre giorni è del 10,9%, come tra lunedì e mercoledì della settimana scorsa. Lieve flessione dei decessi, il cui numero resta comunque tragico: da lunedì sono 1.661 i pazienti affetti da Covid-19 che sono morti, circa 500 in meno degli stessi giorni della scorsa settimana e di quella precedente.

Come sempre negli ultimi giorni è il Veneto l’area del Paese con il maggior incremento: 2.427 nuovi contagi. La Campania ne segnala 1.361, il Lazio 1.297 e la Lombardia 1.233. Le altre regioni sono tutte sotto i mille casi (Puglia 917, Piemonte 906) e tre (Basilicata, Valle d’Aosta e Molise) non raggiungono i 50 nuovi positivi. Da inizio pandemia sono 1.770.149 i casi accertati in tutta Italia: 997.895 sono i dimessi-guariti, 61.739 persone che hanno contratto il virus sono decedute e 710.515 sono attualmente positivi. Di questi, in 677.542 si trovano in isolamento domiciliare, mentre 29.653 sono ricoverati con sintomi in reparti Covid e 3.320 sono assistiti in terapia intensiva.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alberto Genovese, c’è una terza testimone: “Mi ha molestata a Ibiza, ho pensato: da qui ne esco male”. Indagata anche l’ex fidanzata

next
Articolo Successivo

Dpcm di Natale, i chiarimenti del governo: genitori separati, coniugi, turismo, anziani e seconde case. Cosa si può fare e cosa è vietato

next