Svelata la classifica degli artisti, degli album e delle canzoni in streaming su Spotify, sulla base degli ascolti dei 320 milioni utenti della piattaforma in tutto il mondo. Secondo la hit parade “Wrapped 2020Tha Supreme è l’artista italiano più ascoltato su Spotify nel 2020, seguito da Sfera Ebbasta, che ha già agguantato il disco di platino per l’ultimo album “Famoso”, uscito lo scorso 20 novembre. A seguire Marracash, Gue Pequeno e il rapper napoletano Geolier. Traguardo importante per Laura Pausini: è la prima artista italiana a superare un miliardo di stream.

Invece Elodie si aggiudica il primato della classifica di Spotify Italia come donna più ascoltata della piattaforma. L’artista romana, con quasi 2 milioni di ascoltatori mensili, è l’unica presente nella Top200 Italia con tre brani, la sua “Guaranà” e i feat. “Ciclone” di Takagi e Ketra e “Parli Parli” di Carl Brave. Il suo ultimo progetto discografico, “This is Elodie”, certificato disco d’oro, ad oggi ha superato i 360 milioni di stream complessivi ed è l’album di una donna più venduto del 2020 nel nostro Paese.

La canzone più ascoltata del 2020 in Italia è “Mediterranea” di Irama, seguita da “Good Times” di Ghali e da “M’ Manc” di Shablo (feat Geolier and Sfera Ebbasta). Completano la top five italiana “A un passo dalla luna” di Rocco Hunt con Ana Mena e “blun7 a swishland” di tha Supreme. L’album con il maggior numero di stream del 2020 in Italia è “23 6451” di tha Supreme, seguito da “Persona” di Marracash e da “DNA” di Ghali. Quarto e quinto album per numero di ascolti sono “Mr.Fini” di Gue Pequeno e “Emanuele (Marchio registrato)” di Geolier.

Il rap regna sovrano in tutta Italia: Marracash (terzo artista più ascoltato su Spotify), Salmo (settimo), Capo Plaza (dodicesimo) e Luche (ventisettesimo) hanno raggiunto le rispettive posizioni senza pubblicare nuovi album nel corso del 2020, quindi solo attraverso le canzoni pubblicate nel 2019, a cui si aggiungono i featuring e i remix.

Da segnalare l’exploit della scena rapper campana. Il rapper napoletano Geolier è il quinto artista più ascoltato dell’anno su Spotify. Inoltre, è l’artista più ascoltato in streaming in Campania, l’unica in cui tha Supreme non è il numero uno in classifica. La terza canzone più ascoltata dell’anno è “M’ Manc” ” di Shablo (feat Geolier and Sfera Ebbasta). “A un passo dalla luna” del rapper salernitano Rocco Hunt è la quarta canzone per numero di stream nel 2020.

A livello mondiale con più di 8.3 miliardi di stream, il rapper portoricano Bad Bunny è l’artista più ascoltato su Spotify nel 2020, suo è anche l’album più ascoltato del 2020 “YHLQMDLG” di Bad Bunny, con più di 3.3 miliardi di stream. Completano il podio Drake al secondo posto e J Balvin al terzo. Billie Eilish trionfa tra le artiste femminili di Spotify, al primo posto per il secondo anno consecutivo, seguita da Taylor Swift e Ariana Grande, rispettivamente in seconda e terza posizione. Infine canzone con il maggior numero di stream su Spotify nel 2020, con oltre 1,6 miliardi di stream, è “Blinding Lights”di The Weeknd. Al secondo e terzo posto “Dance Monkey” di Tones And I e “The Box” di Roddy Ricch. Riconoscimento molto importante per The Weeknd, letteralmente snobbato alle recenti nomination dei Grammy Award (considerati gli Oscar della musica). “I Grammy sono corrotti”, aveva tuonato l’artista canadese.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

‘Non guardare nei miei Lieder!’, ovvero come Mahler scriveva la sua musica

next