Negli Stati Uniti sono 24 i milioni di cittadini in difficoltà sul piano alimentare. Numeri gonfiati dalla pandemia di Covid, che ha fatto aumentare di sei milioni gli americani che ricorrono al banco alimentare per nutrirsi. In questi giorni, dalla California al Texas, ci sono state code di auto lunghe quasi cinque chilometri per chiedere ai volontari cibo in vista del Thanksgiving Day di giovedì, tradizionale giornata di festeggiamenti in famiglia, quest’anno fortemente scoraggiati causa pandemia. Da luglio la situazione per gli americani in difficoltà si è ulteriormente aggravata, vista la scadenza dei sussidi settimanali un supplemento settimanale di 600 dollari e il mancato accordo per un ulteriore pacchetto di misure al Congresso. Una crisi del lavoro che si riflette anche sulle morosità negli affitti e la carenza di consumi. E, non ultimo, l’aumento dei senzatetto nelle città americane.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Violento sgombero di migranti in centro a Parigi: poliziotto fa lo sgambetto a chi tenta di scappare

next