Martedì 3 marzo, giornata di attese. L’attesa del nuovo Dpcm, che è stato poi firmato dal presidente Conte in tarda serata. L’attesa per i risultati delle elezioni Usa. Macrotemi, di importanza cruciale. Eppure, nel pomeriggio e fino a ora di cena inoltrata, c’è stato un articolo che ha catalizzato l’attenzione dei lettori raggiungendo numeri proprio da Dpcm. Carlo Conti e la sua positività al covid-19. Perché Carlo, che avevamo visto in forma smagliante condurre da casa Tale e Quale Show, positivo ma asintomatico, ieri ha scritto un post dove raccontava di come i sintomi fossero arrivati e di come il coronavirus fosse “una brutta bestia” (quindi, ovviamente, si tratta di un peggioramento, una condizione di sofferenza che vivono molti affetti da covid: da asintomatico a presenza di sintomi che sappiamo essere molto “tosti”. Lui stesso ha tranquillizzato tutti dicendo di essere ben seguito). Il fatto è che i lettori volevano sapere di lui: “Come sta?“, “Davvero ha i sintomi?“, “E ora Tale e Quale?“. Insomma, una mole di affetto e di interesse davvero gigantesca. Tutti amano Carlo. Che, da un’idea del figlio, è diventato anche un cartone per “44 gatti”, il Gatto Carlo e quindi nuovo idolo dei 3, 4enni. Un popolo, un Paese, tutto per lui. Tutti amano Conti, gatto o no. Forza Carlo!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili