Boom di ascolti per il ritorno in onda di Doc-Nelle tue mani, il medical drama dei record con Luca Argentero era andato in onda a marzo e ad aprile, in pieno lockdown, con i primi quattro episodi della serie. Messa in onda sospesa dopo lo stop alle riprese, causa Covid, e slittamento in autunno con le altre puntate della prima stagione. Giovedì 15 ottobre incollati allo schermo su Rai1 c’erano ben 7.435.000 telespettatori con il 31,9% di share, nel dettaglio il primo episodio è stato visto 7.712.000 spettatori con il 29,7%, il secondo da 7.173.000 con il 34,4%. Un debutto addirittura migliore rispetto a quello dello scorso 26 marzo quando la serie ottenne 7.1 milioni con il 26,1% di share.

Così la rete ammiraglia del servizio pubblico ha ottenuto più del triplo della concorrenza, ferma con Chi vuol essere milionario? su Canale 5 a 1.974.000 spettatori con il 10% di share. La vera storia di Pierdante Piccioni ha superato i confini, la Sony Pictures Television ha acquistato i diritti del format e la distribuzione internazionale dalla società di produzione Lux Vide della famiglia Bernabei, una collaborazione con il colosso già iniziata con la serie Leonardo. Sarà dunque sviluppato un adattamento per il mercato statunitense oltre alla distribuzione della versione originale italiana.

“A SPT la nostra passione sono le grandi storie che sappiano connettersi davvero con il pubblico. In fondo, Doc è una storia umana con un appeal universale e il successo che ha ricevuto in Italia, senza precedenti in questi anni, è la testimonianza della sua unicità e qualità. Non vediamo l’ora di portare questa serie originale italiana sul mercato globale e di lavorare con partner di tutto il mondo, anche qui negli Stati Uniti, per sviluppare adattamenti locali. Da quando l’abbiamo vista, abbiamo subito amato questa serie e siamo lieti di continuare il nostro rapporto di collaborazione con Luca e tutto il team di Lux“, ha commentato l’accordo Mike Wald, EVP, Distribution & Networks del colosso americano.

“Temevamo che, durante la pandemia, un medical drama potesse essere respingente per alcune persone, ma è stato l’opposto, perché questa è una storia straordinaria di un medico che è riuscito a trasformare la sua malattia in una seconda opportunità. Sono le storie di veri e propri eroi del quotidiano che in un momento così drammatico ci aiutano ancor di più a restituire speranza“, ha aggiunto Luca Bernabei, Amministratore Delegato Lux Vide. La guida tv Rai conferma la messa in onda di due episodi a serata anche per giovedì 22 ottobre, gli altri quattro potrebbero invece essere trasmessi in quattro serate con l’arrivo su Rai1 alle 22.45 di Ama Sanremo, lo spazio dedicato alla selezione delle nuove proposte della kermesse.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Storie Italiane, Orietta Berti in lacrime: “Mio marito Osvaldo ha un problema, non può più seguirmi”

next
Articolo Successivo

Le Iene, Roberta Rei è positiva al coronavirus e salta la conduzione: “Un po’ stanca e dormo parecchio”

next