Iconize ha finto un’aggressione omofoba per far parlare di sé? Nei mesi scorsi l’influencer ed ex fidanzato di Tommaso Zorzi era finito in tv e sui giornali per aver raccontato di essere stato vittima degli omofobi: Marco Ferrero, questo il suo vero nome, si era filmato con un occhio nero dovuto, secondo il suo racconto, a un cazzotto ricevuto per strada da un gruppo di tre ragazzi. In suo sostegno era intervenuta anche Gay Center, la storica associazione che difende i diritti degli omosessuali.

Ma ecco il colpo di scena. All’interno della Casa del “Grande Fratello Vip” è stata Dayane Mello a mettere il dubbio su quell’episodio. La modella ha raccontato a Zorzi, l’ex fidanzato dell’influencer, una versione diversa. Secondo lei, Iconize avrebbe raccontato all’amica Soleil Stasi di aver fatto finta di tirarsi un pugno in faccia da solo. Un’accusa molto grave, che Marco Ferrero ha smentito con forza già a fine settembre: “Le accuse che mi hanno fatto lui e Dayane sono davvero gravi. Hanno insinuato che mi sia tirato un pugno da solo per inscenare una rissa, un attacco da parte di omofobi per avere visibilità. Io rispondo dicendo che solamente un deficiente, un decerebrato possa fare una cosa del genere (…) Si tratta di cattiveria gratuita e odio nei miei confronti. Non voglio neanche giustificarmi perché non penso ce ne sia bisogno. Mi fa stare malissimo. Non voglio far parte di questo circuito di me**a, fa pena. Mi dissocio completamente (…) In questo mondo ci lavoro da 10 anni, già prima di Tommaso. Non ho bisogno di essere l’ex di nessuno. Questa storia è al limite del ridicolo”.

Se pensavate che la vicenda si fosse chiusa così, vi sbagliavate di grosso. Infatti ieri c’è stato un ennesimo colpo di scena e il nome dell’influencer è tornato tra i trending topics di Twitter. “Pomeriggio 5” ha ospitato Soleil, l’ex amica di Iconize tirata in ballo all’interno della Casa di Cinecittà. La ragazza ha confermato la versione della modella brasiliana: “Io e Marco alias Iconize eravamo amici. Ho dei suoi messaggi che farebbero capire che non è stato aggredito, ma si è colpito da solo”. Un suo amico ha aggiunto un altro dettaglio inquietante: “Ho saputo che si è colpito con un surgelato”. A queste affermazioni, tutte da confermare, anche Barbara d’Urso ha reagito con sdegno: “Da 13 anni mi batto contro l’omofobia. Ho ospitato Iconize pensando fosse stato vittima di un attacco omofobo. Sono senza parole. Se fosse così, te lo dico: tu non mi usi, ho i brividi”. Come risponderà l’influencer?

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paolo Bonolis, la gaffe con Serena Bortone in diretta su Rai1: “Ora però non mi tocco occhi e bocca”. “Addirittura?”

next
Articolo Successivo

Maurizio Costanzo contro Monica Maggioni: “Mi fa perdere ascolti”. Poi interviene il direttore di RaiUno e il giornalista si scusa

next