Ha perso l’equilibrio mentre stava effettuando lavori su una finestra di casa. La caduta è stata fatale: così è morto Alessandro Rizzo, Papela, 51 anni, storico proprietario del Baretto di Porto Miggiano e anni fa gestore del Guendalina di Santa Cesarea Terme. Rizzo, ex modello, protagonista della vita notturna salentina, viveva da solo nella sua casa di San Cesario: è stato trovato senza vita probabilmente ore dopo l’incidente, almeno secondo le prime ipotesi di ricostruzione riportate dal sindaco del paese Fernando Coppola. E’ stato il fratello a ritrovarlo dopo che per tutto il giorno il telefono aveva squillato a vuoto. I funerali saranno celebrati nella giornata di venerdì, alle ore 10, nella chiesa Madre di San Cesario.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“La cosa grave che sta succedendo al Grande Fratello si sapeva”, “Coinvolge politici e uomini potenti”: parlano Pamela Perriciolo e Lorenzo Crespi

next
Articolo Successivo

Ilenia si sveglia dopo nove mesi di coma e trova un videomessaggio del suo idolo Francesco Totti

next