La Juventus di Andrea Pirlo inizia con il piede giusto la sua avventura nella nuova stagione di Serie A. I bianconeri si sbarazzano della Sampdoria con un rotondo 3-0 firmato dal nuovo acquisto Kulusevski, Bonucci e Cristiano Ronaldo. È proprio il centrocampista, lo scorso anno a Parma e costato 44 milioni di euro, ad aprire le danze al 13′ con un bel tiro di mancino da 18 metri. Specialità della casa. In campo c’è solo la Juve, con Ronaldo padrone del gioco e più volte vicino al raddoppio.

Che arriva solo nel secondo tempo, al 78′, con Bonucci dopo una mischia in area nata da un corner battuto sempre da Kulusevski. È il colpo del k.o. dei bianconeri, scesi in campo con due giovani – Frabotta e McKennie – già dal primo minuto. Il primo intervento di Szczesny arriva all’83 sull’ex Ekdal, poi rischia di subire su un tiro di Quagliarella che sfiora il palo. Un fuoco di paglia, spento da Cristiano Ronaldo all’88’ su assist di Ramsey, tra i migliori in campo.

Dopo la vittoria della Fiorentina sul Torino nel primo match stagionale e il pareggio della Roma contro il Verona, la domenica era iniziata con il 2-0 del Napoli al Parma. Nel pomeriggio rotonda vittoria del Genoa sul neopromosso Crotone 4-1 con gol di Destro, Pandev, Zappacosta e Pjaca. Sassuolo e Cagliari si sono invece spartiti la posta con i gol di Simeone e Bourabia. Lunedì alle 20.45 Milan-Bologna, mentre Benevento-Inter, Lazio-Atalanta e Udinese-Spezia si giocheranno il 30 settembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riaprono gli stadi in Serie A: limite a mille persone dopo il summit Governo-Regioni. Spadafora: “Vogliamo allargare a tutti”

next
Articolo Successivo

Stadi aperti per pochi: il piacere ritrovato di una Serie A (quasi) vera, ma contro la legge

next