“Non vogliamo essere chiamati angeli o eroi, ma vogliamo la firma di un nuovo contratto. La aspettiamo da 14 anni”. Corrado è un infermiere del reparto di chirurgia di una clinica privata lombarda. Ha lavorato nei reparti Covid ammalandosi: “Non ci siamo mai tirati indietro”, racconta pensando alle difficoltà vissute in primavera. Guadagna 1300 euro netti al mese: “La stessa cifra di 14 anni fa”. Per questo oggi è sceso in piazza insieme ai tanti suoi colleghi aderendo allo sciopero nazionale della sanità privata promosso da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl. Un comparto che è formato da 100mila lavoratori in tutta Italia, più della metà nella sola Lombardia. “Le bollette sono aumentate, la spesa pure, ma i soldi che prendo sono gli stessi – spiega Cinzia, infermiera di un’azienda privata convenzionata – ci siamo messi in gioco con le nostre famiglie durante l’emergenza senza mai smettere e veniamo ricompensati così”. I sindacati puntano il dito contro le controparti datoriali Aris e Aiop che “dopo 14 anni di blocco contrattuale, tre anni di dure trattative e la pre-intesa finalmente raggiunta il 10 giugno scorso, non hanno poi siglato definitivamente il Contratto nazionale dietro pretesti senza fondamento”. Ma c’è un’altra contraddizione che fa arrabbiare i lavoratori: “Come mai i bilanci sono positivi, l’azienda cresce, spende e fa ospedali e noi non prendiamo mai nulla?”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ex Embraco, il piano del Mise: “Dal 2022 terzo polo Ue di motori per frigoriferi”. Invitalia cerca nuovi investitori dopo il flop Ventures

next
Articolo Successivo

Ferrero, 2mila euro di premio annuale a tutti i dipendenti. Accordo tra azienda e sindacati: “Soddisfazione nonostante periodo difficile”

next