Silvio Berlusconi sta rispondendo positivamente alle cure. Ma la sua carica virale, a marzo-aprile, lo avrebbe ucciso“. A rivelarlo è il professore Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele, ospite di Corrado Formigli a PiazzaPulita, su La7. Zangrillo ha parlato delle condizioni del leader di Forza Italia e ha svelato alcuni retroscena: “La tempestività è fondamentale”, ha detto, “se Berlusconi fosse arrivato dieci ore dopo in ospedale, probabilmente sarebbe stato troppo tardi“.

Video La7

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La deputata negazionista Cunial senza mascherina prova a baciare l’inviato di La7: “Non la uso mai”

next
Articolo Successivo

Referendum, Floris a La7: “Voterò sì, da qualche parte bisogna iniziare. Centralità del Parlamento non è legata al numero di deputati e senatori”

next