La polizia di Berlino ha sciolto il corteo contro le misure restrittive imposte per il Covid-19 a causa del mancato rispetto del distanziamento sociale. I manifestanti non hanno rispettato le norme nonostante “le nostre continue richieste” e nonostante ci fosse la possibilità di rimanere distanziati, si legge in un tweet della polizia. Il governo regionale di Berlino aveva cercato di vietare la protesta, citando le manifestazioni che si sono tenute all’inizio del mese in cui non sono state rispettate le regole del distanziamento sociale. Gli organizzatori del corteo però avevano fatto appello contro la decisione, e ottenuto poi il via libera dal tribunale. I giudici però avevano chiesto però di garantire il rispetto del distanziamento sociale

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“In Turchia negazione sistematica dei principi dello stato di diritto”. La denuncia del Consiglio d’Europa dopo la morte di Timtik

next
Articolo Successivo

Bielorussia, l’offensiva di Lukashenko contro i media: arrestati 3 operatori della tv tedesca Ard, ritirati accrediti a 17 giornalisti stranieri

next