Le fiamme stanno devastando l’area circostante San Francisco Bay, costringendo migliaia di persone a lasciare le proprie abitazioni e il governatore Gavin Newsom a dichiarare lo stato d’emergenza. La California brucia, e il caldo record con temperature mai registrate prima nella Death Valley, dove il termometro è arrivato a toccare oltre 54 gradi centigradi, non migliora la situazione. Al caldo torrido si aggiungono venti caldi e secchi che peggiorano gli incendi, allargandone ancora di più le dimensioni. Stando a quanto riferiscono le autorità 50 strutture sono state distrutte dalle fiamme a Vacaville, mentre altrettante sono state gravemente danneggiate.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alexei Navalny, l’oppositore di Putin è in coma: ipotesi avvelenamento. Nella notte sarà trasferito in Germania: sarà curato a Berlino

next
Articolo Successivo

Coronavirus, nuovo record di casi in Francia e Germania. Parigi ne conta oltre 4.700, Berlino 1.700. Grecia, paura per i focolai negli ospedali

next