È tutta di Mark Verstappen la meritata vittoria al Gp 70° anniversario di Formula 1 che si è tenuto a Silverstone, in Gran Bretagna. Partito dalla quarta posizione, dopo 26 giri si prende il comando della corsa superando le due Mercedes del finlandese Valtteri Bottas e dell’inglese Lewis Hamilton, dopo che entrambe si sono fermate per un pit-stop con annesso cambio gomme. Niente da fare, dunque, per il favorito: partito dalla seconda posizione, si è dovuto accontentare del secondo posto, dopo aver tirato in prima posizione per dieci giri, viene costretto dal team a rientrare per montare le gomme dure. Viene superato, così, dall’olandese della Red Bull che toglie a Hamilton quella che sarebbe stata la quarta vittoria consecutiva. Nella media, seppur alta, la prestazione dell’altro pilota Mercedes, Valtteri Bottas che ha bollato la giornata definendola “frustrante”: partito in prima posizione mantiene il controllo della gara senza eccellere. Nel finale si lascia anche passare dal compagno di squadra e termina terzo.

Ottima la prestazione di Charles Leclerc, partito dall’ottava posizione era sceso alla dodicesima per poi raggiungere il quarto posto, dopo aver segnato due giri veloci al 29esimo e 30esimo dalla partenza. Buona anche la tattica sul cambio gomme della squadra italiana che hanno permesso al pilota una tra le performance migliori della stagione. Deciso a mantenere le stesse gomme fino alla fine, aveva raggiunto il terzo posto dopo il secondo pit-stop di Hamilton, che lo ha poi ripreso e superato in quattro giri. Dopo l’inizio in salita per Sebastian Vettel, incappato in un testa-coda alla prima curva, il tedesco della Ferrari è ripartito in ultima posizione riuscendo a scalare fino al dodicesimo posto.

“Per me è come una vittoria, è brutto da dire solo per un quarto posto, ma dobbiamo essere onesti in merito alla nostra competitività attuale. Io partivo ottavo, se mi dicevano che sarei arrivato quarto avrei firmato. Sono contentissimo”, commenta il pilota della Ferrari Charles Leclerc. “Onestamente non capisco dove abbiamo trovato questa performance – aggiunge il monegasco ai microfoni di Sky Sport-. Ad un certo momento pensavo anche di attaccare Bottas, una cosa che non avrei mai immaginato potesse accadere quest’anno”.

“Non me l’aspettavo di vincere dopo il primo pit-stop, poi nel prosieguo della gara mi sono accorto che eravamo molto delicati sulle gomme e avevamo un’usura inferiore ai nostri avversari. Tutto è filato liscio, grande giornata. Siamo andati alla grande”. Queste, invece, le parole di Max Verstappen dopo il suo trionfo. “Proveremo a vincere anche in Spagna la prossima settimana ma per ora siamo contenti di questa vittoria e ce la godiamo”, aggiunge l’olandese della Red Bull.

L’ordine di arrivo –

1 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing
2 Lewis HAMILTON Mercedes +11.326 2
3 Valtteri BOTTAS Mercedes +19.231 2
4 Charles LECLERC Ferrari +29.289 1
5 Alexander ALBON Red Bull Racing +39.146 2
6 Lance STROLL Racing Point +42.538 2
7 Nico HULKENBERG Racing Point +55.951 3
8 Esteban OCON Renault +64.773 1
9 Lando NORRIS McLaren +65.544 2
10 Daniil KVYAT AlphaTauri +69.669 2
11 Pierre GASLY AlphaTauri +70.642 2
12 Sebastian VETTEL Ferrari +73.370 2
13 Carlos SAINZ McLaren +74.070 2
14 Daniel RICCIARDO Renault 1L 3
15 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing 1L 1
16 Romain GROSJEAN Haas F1 Team 1L 2
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing 1L 2
18 George RUSSELL Williams 1L 3
19 Nicholas LATIFI Williams 1L 3
20 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team– 3

Classifica mondiale Piloti – 1° Lewis Hamilton (Mercedes) 107 punti; 2° Max Verstappen (Red Bull) 77; 3° Valtteri Bottas (Mercedes) 73; 4° Charles Leclerc (Ferrari) 45; 5° Lando Norris (McLaren) 38; 6° Alex Albon (Red Bull) 36; 7° Lance Stroll (Racing Point) 28; 8° Sergio Perez (Racing Point) 22; 9° Daniel Ricciardo (Renault) 20; 10° Esteban Ocon (Renault) 16; 11° Carlos Sainz (McLaren) 15; 12° Pierre Gasly (AlphaTauri) 12; 13° Sebastian Vettel (Ferrari) 10; 14° Nico Hulkenberg (Racing Point) 6; 15° Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) 2; 16° Daniil Kvyat (AlphaTauri) 2; 17° Kevin Magnussen (Haas) 1.

Classifica mondiale costruttori – 1° Mercedes 180punti; 2° Red Bull 113; 3° Ferrari 55; 4° McLaren 53; 5° Racing Point (-15) 41; 6° Renault 36; 7° AlphaTauri 14; 8° Alfa Romeo 2; 9° Haas 1.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Formula 1 in tv, dove vedere il Gp Silverstone (orari diretta Sky e differita TV8)

next