La Comunidad de Madrid per incentivare l’uso della mascherina ha scelto di pubblicare un video choc: una sequenza di situazioni abbinate ad una temperatura. Dall’appartamento a 32 gradi, alla birra con gli amici (a 30 gradi) per arrivare fino all’ospedale (25 gradi) e al reparto di terapia intensiva (22 gradi). L’ultima immagine è quella di un forno crematorio, 980 gradi, che lancia il messaggio finale: ci sono cose che scaldano più di una mascherina. Proteggiti, proteggiamoci.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beirut, ragazzo estratto vivo dalle macerie dopo 10 ore: le grida di gioia e gli applausi dei soccorritori

next
Articolo Successivo

Turismo, l’Italia riscopre la normalità a piedi nell’anno del Covid. “C’è l’esigenza di trovare luoghi meno battuti”

next