La Comunidad de Madrid per incentivare l’uso della mascherina ha scelto di pubblicare un video choc: una sequenza di situazioni abbinate ad una temperatura. Dall’appartamento a 32 gradi, alla birra con gli amici (a 30 gradi) per arrivare fino all’ospedale (25 gradi) e al reparto di terapia intensiva (22 gradi). L’ultima immagine è quella di un forno crematorio, 980 gradi, che lancia il messaggio finale: ci sono cose che scaldano più di una mascherina. Proteggiti, proteggiamoci.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beirut, ragazzo estratto vivo dalle macerie dopo 10 ore: le grida di gioia e gli applausi dei soccorritori

next
Articolo Successivo

Turismo, l’Italia riscopre la normalità a piedi nell’anno del Covid. “C’è l’esigenza di trovare luoghi meno battuti”

next