Adele, popstar di fama mondiale che ha vinto un Oscar, 15 Grammies, 9 Brit Awards, ha perso peso. E questo si sa. Da mesi. Ben 45 kg, dicono i siti e i giornali di tutto il mondo. Pare che per arrivare a questi risultati la cantante abbia seguito la dieta Sirt, un regime alimentare messo a punto dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glenn Matten che si basa sul consumo giornaliero di alcuni alimenti, chiamati Sirtfood (o cibi Sirt). Alimenti ricchi di proteine, le sirtuine, in grado di stimolare il metabolismo e di attivare il “gene magro” (cos’ dicono i due). Un esempio? Peperoncino, capperi, cacao, caffè, olio extravergine di oliva, cavolo riccio, soia, vino rosso, rucola… Naturalmente i libri che spiegano questa dieta sono andati letteralmente a ruba anche se non è detto che sia questo (o solo questo) il segreto di Adele. Quel che è certo è che ormai la popstar non può fare o dire niente senza che le venga ricordata la sua perdita di peso o il suo cambio di look. Cerca di celebrare Beyoncé? “Ma come sei magra”. Festeggia il compleanno? “Ma come sei magra, assomigli a…”. Adele sembra stare benissimo con il proprio corpo e se le scelte alimentari derivano da una consapevolezza e da un orientarsi verso il benessere sono ben accette. “Non assomigli più a nessuno da quanto ti amo io…”, dice Neruda. Eh già.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandro Sallusti fa una dichiarazione d’amore improvvisa: “La vita con te è bella. Ci siamo conosciuti in modo avventuroso…”. Ecco come

next
Articolo Successivo

Ilary Blasi bacia Francesco Totti ma il commento di lui è spiazzante: “Ecco cosa sembri”

next