I focolai nelle caserme e nelle strutture per i migranti in Veneto sono la “prova provata che questi immigrati ospitati in questo modo, anche senza titolo, devono tornarsene a casa“. Così in conferenza stampa il governatore della Regione Veneto Luca Zaia. “Se non avessimo questi due centri di accoglienza – ha aggiunto – non avremmo avuto focolai“. “Siamo riusciti anche nelle case di riposo, nel 75%, ad avere contagio zero pur con pazienti problematici – ha aggiunto Zaia – Questi ragazzi in perfetta forma fisica dovevano stare più attenti”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lo sfogo di Calenda da Melendugno: “Ricordate le buffonate del M5s sul Tap? Ma qui la spiaggia non è stata deturpata”

next
Articolo Successivo

Trasporto pubblico, Zaia: “In attesa che a Roma finiscano di litigare, confermo l’ordinanza che permette la capienza massima dei mezzi”

next