Qualche giorno fa la leghista Ceccardi aveva bollato Imagine di John Lennon come canzone marxista, ieri sera, ospite della trasmissione InOnda (La7), Giorgia Meloni ha ribadito il concetto, rispondendo alle domande di David Parenzo e Luca Telese: “Niente religioni, niente confini… è l’inno dell’omologazione mondialista. Io credo nell’identità, senza di essa siamo solo consumatori tutti uguali delle multinazionali”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Regionali, Zingaretti a La7: “M5s non lasci solo il Pd a combattere contro le destre unite. Noi subalterni al Movimento? No, siamo leali”

next
Articolo Successivo

Recovery Fund, Gualtieri su La7: “Conte è stato decisivo in Ue. Nel prossimo dl incentivi per assunzioni e decontribuzioni”

next