I riflettori sono tutti puntati su Lecce. Il countdown è partito: mancano poche ore alle 20.45, quando prenderà il via l’attesissima presentazione della nuova collezione Dior Cruise 2021. Non solo una semplice sfilata ma è un evento atteso in tutto il mondo, capace di accendere i riflettori su un territorio straordinario come quello del Salento e, soprattutto, sulle sue bellezze e le sue tradizioni. D’altra parte non poteva essere altrimenti: è la prima volta che Dior non sfila a Parigi e ha scelto proprio questo lembo d’Italia abbracciato da due mari per l’occasione. Una scelta tutt’altro che casuale, visto il legame familiare della direttrice creativa della maison di rue Montaigne, Maria Grazia Chiuri, con questa terra. L’appuntamento è blindatissimo: niente pubblico causa Covid, vi potrà assistere solo una selezionata cerchia di personaggi famosi già testimonial della maison francese, tra cui i Ferragnez, volati nel tacco d’Italia apposta per l’occasione.

Alla vigilia della sfilata, Dior ha pubblicato sui suoi profili social due video emozionali di presentazione dell’evento, in cui le strabilianti creazioni del barocco leccesse si fondono con gli animi degli abitanti di questa terra e le loro tradizioni, prima fra tutte la “pizzica“. Cinque minuti di bellezza pura, che racchiudono l’essenza di un territorio. “È un viaggio nella mia memoria”, ha spiegato Chiuri che il Salento ce l’ha nel sangue, come dimostrano le foto in bianco e nero del padre che ha condiviso su Instagram. “Qui e’ nata anche mia figlia – ha detto alla conferenza stampa accanto al sindaco di Lecce, Carlo Salvemini – e qui ritorno ogni estate da quando ero piccola”.

&n

Il Salento non fa solo da sfondo alla sua nuova collezione, ma ne è protagonista ed essenza stessa: “I tessuti per realizzare le giacche provengono dal laboratorio di tessitura delle Costantine, un’associazione di donne che ha sede a Uggiano La Chiesa e che protegge anche la cultura del pizzo al tombolo“, ha raccontato Maria Grazia Chiuri spiegando che così ha cercato nelle tradizioni pugliesi, arte e artigianato, l’ispirazione per la collezione, che verrà presentata alle 20:45 sui canali social della maison e su dior.com/cruise21, in diretta dalla straordinaria cornice baracca di piazza Duomo, concessa dall’Arcivescovo di Lecce, monsignor Michele Seccia.

Il contrappunto in musica della sfilata sarà con l’orchestra della Notte della Taranta, diretta da Paolo Buonvino: accompagnerà anche Giuliano Sangiorgi, il leader dei Negramaro che, salentino anche lui, annuncia uno speciale omaggio alla Puglia. Tra i pochi ospiti della maison, ci sono Chiara Ferragni e Fedez, l’attrice Stefania Rocca con il marito Carlo Capasa, presidente della Camera nazionale della moda, oltre al magnate del gruppo Lvmh che possiede il brand Dior, Bernard Arnault.

Solo 45 (rispetto alle cento e più che caratterizzano la Cruise, ndr) le modelle che sfileranno sulla passerella allestita in piazza Duomo, tra le luminarie – tipiche delle feste di paese in Puglia – disegnate apposta per l’occasione dai maestri locali: “Le trovo un elemento identitario – ha detto Maria Grazia Chiuri – che simboleggia il vivere in piazza. È un’installazione di arte contemporanea. Quando l’artista Marinella Senatore me ne ha parlato l’idea mi è subito piaciuta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Barbara Alberti: “I maschi dipendono da quel loro arnese: il ca**o che li rende rigidi e affezionati al potere”

next
Articolo Successivo

Lele Mora e le cene ad Arcore da Silvio Berlusconi: “Qual era la sua mania. E ciò che non ha mai osato chiedermi”

next