Jean Todt ha parlato di Michael Schumacher al Daily Mail e le sue parole hanno subito fatto il giro di siti e giornali: “Ho visto Michael la scorsa settimana. Sta combattendo. Spero che il mondo possa vederlo di nuovo. Questo è ciò per cui lui e la sua famiglia stanno lavorando“. L’ex pilota vive sulle rive del lago di Ginevra. Visite ammesse? Pochissime. Solo gli amici più fidati. E al tabloid inglese, Todt ha anche parlato di F1 e della sua idea sul pilota più forte di sempre: “Adoro Michael ma è impossibile dire chi sia il migliore di sempre. C’è Juan Manuel Fangio, Jim Clark, Ayrton Senna e Michael. Puoi pensare solo in termini di chi è il migliore di una certa generazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Valerio Mastandrea scrive una lunga lettera a Mattia Torre: “Amico mio lontano”

next
Articolo Successivo

Andrea Roncato: “Moana mi ha dato un 7 nel suo libro, sono al secondo posto. La lasciai io, ero birichino”

next