Se Batman avesse una spider, sarebbe certamente questa, magari in tinta nera: parliamo della nuova Lamborghini Sián Roadster, versione a cielo aperto dell’omonima coupé. Una sorta di ponte spaziotemporale su quattro ruote, che connette le Lambo di oggi con quelle di domani, sia per quanto riguarda la tecnologia, sia per quanto concerne lo stile. Sarà prodotta in appena 19 esemplari, tutti già venduti a cifre stellari.

Elementi principali dell’auto, oltre al potente motore V12 aspirato, sono la tecnologia ibrida ed i materiali avanzati applicati. Le prestazioni sono estreme, come il design: da 0 a 100 km/h in meno di 2,9 secondi e velocità massima di oltre i 350 km/h.

Come detto, la Sián Roadster rappresenta il preludio del percorso che Lamborghini sta facendo verso l’ibridizzazione della meccanica. Infatti, il powertrain è composto dal V12 di 6.5 litri e da un motore elettrico che sviluppa 34 Cv: quest’ultimo è incorporato al cambio e supporta le manovre a bassa velocità, come retromarcia e parcheggio. Ad alimentarlo, anziché una convenzionale batteria a litio, c’è un supercondensatore. Rispetto a un accumulatore tradizionale un supercondensatore può essere caricato o scaricato istantaneamente e garantisce un’elevata densità di potenza (il difetto, però, è che la capacità di immagazzinamento è minore rispetto a una batteria chimica).

L’energia che finisce nel supercondensatore è generata dal sistema di frenata rigenerativa, che lo ricarica completamente ogni volta che la vettura frena. “L’energia immagazzinata costituisce un aumento di potenza subito disponibile, che consente al conducente di sfruttare istantaneamente l’aumento di coppia in accelerazione, fino a 130 km/h quando il motore elettrico si disconnette in automatico”, spiega la casa madre.

“Questo va a migliorare la fluidità di manovra e rende la vettura il 10% più veloce di un’auto che non monta questo sistema, oltre a permettere di ottenere un’accelerazione istantanea a marce basse, con una forza di trazione migliorata, grazie alla combinazione del motore V12 con il sistema ibrido”. Il peso complessivo della meccanica elettrificata è quantificato in appena 34 kg. Il V12, dal canto suo, vanta valvole di aspirazione di titanio ed è stato potenziato fino a erogare 785 Cv a 8500 giri/min. Grazie anche ai 34 Cv del sistema ibrido, la Sián Roadster sprigiona quindi 819 Cv totali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Ford Bronco, l’alter ego della Mustang è di nuovo in sella. E sfida Jeep – VIDEO

next