“Grazia di Dio e dei chirurghi”. Così Bruno Vespa definisce Diletta Leotta nel suo ultimo libro “Bellissime -Le donne dei sogni italiani dagli anni ’50 a oggi”, in cui passa in rassegna “settant’anni di bellezza femminile e seduzioni, ma anche uno spaccato della storia italiana”. Nel volume, in uscita oggi, 2 luglio, il conduttore di Porta a Porta parla di icone di sensualità e dello spettacolo italiano come Gina Lollobrigida, Sophia Loren, Valeria Marini, Claudia Cardinale, Marisa Allasio, Laura Antonelli, Belén Rodriguez, le sorelle Kessler, Edwige Fenech e, per l’appunto, anche la conduttrice di Dazn e Radio 105.

Di mestiere appare e gli uomini la guardano, anzi no, la fissano”, scrive di lei Bruno Vespa, definendola “grazia di Dio e dei chirurghi”. Poi non le risparmia il confronto con l’iconica Sophia Loren: “Il naso non se lo fece modificare e il mondo continua a farle l’inchino”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antonello Venditti: “La mascherina è il burqa dell’Occidente, dietro c’è il dio della paura. La politica non si occupa della musica? Diffidenza che nasce da un pregiudizio”

next
Articolo Successivo

Bernie Ecclestone, l’ex boss della Formula 1 è diventato papà per la quarta volta a 89 anni: è nato Ace

next