“Penso che i toni usati dal presidente di Confindustria contro il governo siano sbagliati e che i suoi contenuti in qualche caso addirittura sfiorino l’eversività, perché quando si propone la ‘democrazia negoziale’, si avrebbe un sovvertimento della nostra Costituzione”. Sono le parole di Carlo De Benedetti, ex patron di Repubblica e fondatore del quotidiano Domani, nel corso di “Otto e mezzo”, su La7.
E aggiunge: “Mercoledì scorso ho rilasciato un’intervista a un giornalista per il Sole 24 Ore. Il giornalista era molto contento e anche a me è sembrata una buona intervista. Dopo un po’ questo giornalista telefona alla mia addetta delle relazioni con la stampa e i media, dicendo che il direttore del Sole 24 Ore era su tutte le furie perché il giorno prima, nella sua newsletter quotidiana, il direttore di Domani Stefano Feltri aveva criticato il presidente di Confindustria Bonomi”.

De Benedetti spiega: “Io non penso che sia stato Bonomi a essersi occupato di questo, perché, se così fosse, sarebbe davvero penoso. Ma questo significa che c’è un alto controllo da parte dei direttori di alcuni giornali, e nel caso specifico del Sole 24 Ore, che censurano una intervista che non parlava neppure di Bonomi. L’intervista è stata cancellata semplicemente perché il direttore di Domani era stato critico nei confronti di Confindustria, cosa che peraltro dovrebbe essere accettata, specialmente da parte di chi proclama il liberismo in economia e nelle idee. Ho anche mandato un messaggio al direttore del Sole 24 Ore (Fabio Tamburini, ndr), che è stato anche giornalista di Repubblica, ma non ho ricevuto neanche una risposta”.
“E’ molto grave quello che lei ci sta raccontando – commenta Antonio Padellaro de Il Fatto Quotidiano – perché poi, tra l’altro, stiamo parlando del giornale di Confindustria. E’ una censura senza precedenti“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gualtieri a La7: “Ritardi su Cig inaccettabili, ora problema superato. Le strutture amministrative non hanno retto a così tante domande”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Boccia su La7: “Covid è ancora tra noi. Gli assembramenti sono uno schiaffo ai morti e al personale sanitario”

next