Oggi non sto bene“. Vittorio Sgarbi non ha trattenuto le lacrime e si è lasciato ad uno sfogo personale in diretta a Io e te. Il critico d’arte è stato infatti ospite del contenitore pomeridiano di Rai 1 condotto da Pierluigi Diaco e si è raccontato a tutto tondo, dall’infanzia fino ad oggi. “Ieri è morto Giulio Giorello, un amico. Era stato ricoverato per covid, poi era stato dimesso – ha spiegato-. Ma forse ha aggravato le sue condizioni. Non doveva morire“, ha detto Sgarbi senza nascondere le lacrime.

Poi ha parlato dell’infarto che lo ha colpito qualche tempo fa, rivelando: “Ho avuto l’intuizione di andare dal medico più vicino. Mi hanno detto che se avessi aspettato un’altra mezz’ora sarei morto. Dopo l’intervento, ho scritto subito un articolo d’arte per il Corriere della Sera e il caporedattore mi ha risposto: ‘Ma non eri morto?’. Mi vennero a trovare un sacco di persone, da Stefano Bonaccini a Silvio Berlusconi, era diventata una festa. Una volta superato il pericolo, non bisogna fare le vittime”, ha concluso Vittorio Sgarbi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Io e te, Pierluigi Diaco: “Amo molto il mio compagno Alessio”. Vittorio Sgarbi spiazza tutti: “Ma sei sei stato con una mia amica…”

next
Articolo Successivo

Io e te, Sabrina Salerno: “Ho costretto mio padre a fare il test del Dna e riconoscermi. Ma poi lui è morto all’improvviso”

next