Ma questo è un momento altissimo“. Parole di Paolo Del Debbio che durante la puntata di Dritto e Rovescio, su Rete4, si è ritrovato ad assistere a un siparietto effettivamente notevole. L’argomento trattato era quello della riapertura delle discoteche che è stata, come c’era da aspettarsi, di nuovo posticipata. A parlarne con il conduttore, il dj Cresh, Crescenzo Ruscito, in collegamento da Pontecorvo, provincia di Frosinone. Ruscito si era fatto accompagnare da tre nonnine molto allegre e così, quando Del Debbio, alla fine del collegamento, ha scherzato dicendo “alla fine vi porterò tutte a ballare”, le tre si sono lasciate andare a urla di giubilo. “Bene, è il mio target“, ha detto il giornalista. Per poi aggiungere sornione: “Ma questo è un momento altissimo, eccezionale” mentre le tre nonnine stavano intonando una canzone. E i commenti su Twitter non si sono fatti attendere: “Belle le nonnine, ci voleva un po’ di allegria!“, “Stupende”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sono le Venti (Nove), Emanuele Filiberto ci riprova e lancia il movimento “Più Italia”. Dal 2005 a oggi, le discese in campo (fallite) del reale

next
Articolo Successivo

Emanuele Filiberto: “Amo la donna vera, quella con il pelo. Nelle case reali però si fanno tutti la ceretta himalayana”

next