Prima ha sparato all’ex moglie, uccidendola, sul balcone. Poi, rientrato in casa, ha rivolto l’arma verso la figlia, 29 anni, colpendola due volte al torace ed è scappato: braccato dai carabinieri Nicola Cirillo, 57 anni, si è costituito dopo due ore Il femminicidio è accaduto mercoledì mattina a Volvera, in provincia di Torino. Vittima una donna di 58 anni, Cristina Messina, che aveva divorziato quattro anni fa da Cirillo. Grave la figlia: subito soccorsa, è stata trasportata d’urgenza al Cto di Torino, poi trasferita all’ospedale Molinette. La prognosi è ancora riservata: ha riportato un emotorace a un polmone e un trauma alla colonna vertebrale.

La fuga dell’uomo è durata poco: subito i carabinieri hanno allestito posti di blocco in tutta la provincia e fatto alzare in volo un elicottero per perlustrare la zona. In meno di due ore Cirillo si è arreso, presentandosi nella caserma di Pinerolo. Gli inquirenti ora indagano per ricostruire i motivi che lo hanno spinto a uccidere l’ex moglie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Minaccia di gettare i tre figli piccoli dal balcone e sequestra il sindaco: 43enne arrestato a Rozzano (Milano)

next
Articolo Successivo

Caltanissetta, trovati i corpi di due fratelli in un casolare. La pista: uccisi a colpi di pietre

next