Una nuovo focolaio di Ebola è stato rilevato nel nord-ovest della Repubblica Domenica del Congo: il ministero della Salute del Paese ha registrato quattro morti e sei casi a Mbandaka, nella provincia di Équateur. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), presente sul territorio, ha sottolineato il suo sostegno al Congo nella lotta all’Ebola: “Il coronavirus non è l’unica minaccia”.

Nell’agosto 2018 il Paese è stato colpito dal virus, che ha causato da allora la morte di 2.280 persone. “Il Congo si trova nella fase finale di un’epidemia ed ha il più grande focolaio di morbillo al mondo – ha sottolineato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. – Questo focolaio ci ricorda che Covid-19 non è l’unica minaccia per la salute delle persone”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

George Floyd, bambina colpita dallo spray al peperoncino: le proteste a Seattle

next