Una nuovo focolaio di Ebola è stato rilevato nel nord-ovest della Repubblica Domenica del Congo: il ministero della Salute del Paese ha registrato quattro morti e sei casi a Mbandaka, nella provincia di Équateur. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), presente sul territorio, ha sottolineato il suo sostegno al Congo nella lotta all’Ebola: “Il coronavirus non è l’unica minaccia”.

Nell’agosto 2018 il Paese è stato colpito dal virus, che ha causato da allora la morte di 2.280 persone. “Il Congo si trova nella fase finale di un’epidemia ed ha il più grande focolaio di morbillo al mondo – ha sottolineato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. – Questo focolaio ci ricorda che Covid-19 non è l’unica minaccia per la salute delle persone”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

George Floyd, bambina colpita dallo spray al peperoncino: le proteste a Seattle

next