Nell’ultima puntata de L’Eredità una delle concorrenti stava partecipando al primo gioco del popolare quiz di Rai 1 e doveva abbinare agli Stati che le venivano nominati la rispettiva capitale. Alla domanda “Israele” ha risposto “Tel Aviv”, ma subito il conduttore, Flavio Insinna, l’ha corretta con “Gerusalemme”. E in rete scoppia il caso: chi ha ragione? Tel Aviv è stata la capitale di Israele ed è ancora la sede di diverse ambasciate straniere ma nel 2018 il governo israeliano aveva proclamato come capitale Gerusalemme e il presidente americano Donald Trump aveva deciso di spostare la sede dell’ambasciata americana lì. Gerusalemme capitale però non è stata riconosciuta da diverse risoluzioni dell’Onu e dalla maggior parte dei Paesi, motivo per cui la domanda si è rivelata alquanto spinosa e ha aperto il dibattito sui social.

Il profondo inchino della Rai a Israele. Gerusalemme non è la capitale di Israele”. “Gerusalemme è la capitale di Israele, con buona pace della sinistra, dei palestinesi e degli antisemiti”, ha scritto qualcuno su Twitter. Un altro tweet recita: “E io dovrei pagare il canone Rai per assistere a questo vergognoso scempio della verità? Gerusalemme è Palestina”. Insomma, l’episodio ha suscitato il malcontento di una parte del pubblico ma soprattutto della comunità palestinese, che – come riferisce Repubblica – ha convocato un sit-in di protesta sotto la sede di Viale Mazzini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sono le Venti (Nove), dalla prudenza di Chinatown alla Chiesa mobilitata per i preti di trincea: rivedi il programma di Peter Gomez

next
Articolo Successivo

Vieni da Me, l’annuncio in lacrime di Caterina Balivo spiazza tutti: “Questa è l’ultima puntata, mi mancherete”

next