“Campionato? Con ok del Comitato tecnico scientifico campionato riparte, ma c’è la necessità della quarantena preventiva nel caso in cui un giocatore dovesse risultare positivo”, così il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, sottolinea le modalità di ripresa delle partite della Serie A, a partire dal 20 giugno e di quelle di Coppa Italia, a partire dal 13. I tamponi, eventuali, da fare ai calciatori, sottolinea poi il ministro, “non devono avere vie preferenziali”, rispetto ai cittadini. Tanto che, dice, anche la Federazione italiana gioco calcio ha eventuali piani B e piani C, nel caso di un ulteriore stop. Sul piano delle misure economiche, poi, Spadafora assicura che ci sarà il “bonus per i lavoratori sportivi” che sarà erogato nei prossimi giorni sia “per marzo” che per “aprile e maggio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Serie A, ora è ufficiale: il campionato riparte il 20 giugno. Dal 13 la Coppa Italia: il 17 la finale

next