Un fuori onda inedito di Mara Venier è stato trasmesso da Striscia la notizia nella puntata in onda lunedì 11 maggio. La finta Venier, attraverso il deepfake e l’imitazione di Francesca Manzini, si è collegata con Flavio Insinna, immagini riprese dall’ultima ospitata a Domenica In del conduttore romano. L’occasione per inscenare un dialogo e ritrasmettere gli insulti del volto de L’Eredità ai concorrenti di Affari tuoi. Così la Manzini nei panni della presentatrice veneta si chiede i motivi della sua mancata esclusione dai programmi della tv pubblica facendo riferimento a protezioni, scherzando o alludendo, al Vaticano, Mattarella e Walter Veltroni.

Fin qui tutto sembra muoversi tra la satira e l’ironia fin quando il tg satirico di Antonio Ricci, a sorpresa, ha deciso di trasmettere un audio inedito di Mara Venier infuriata: “… Che qui dentro deve rimanere Mara Venier. Io vi butto fuori a calci in c**o! Perché voi vi dovete vergognare di farmi lavorare così!“. Le parole probabilmente erano riferite al gruppo di lavoro della trasmissione domenicale, un filmato non datato e non contestualizzato, non è chiaro dunque il motivo dell’arrabbiatura della signora della domenica.

Ce ne sono altri“, viene assicurato sul finale del servizio dalla voce, questa volta imitata, di Insinna. Di cosa si tratterà e i nuovi audio saranno trasmessi nei prossimi giorni? Al momento la conduttrice non ha fornito repliche. Il dietro le quinte di Domenica In è dunque tornato al centro della scena. L’episodio avrà a che fare con le accuse piuttosto gravi rivolte alla conduttrice dagli organizzatori-ispettori di Produzione CPTV ROMA che lo scorso febbraio avevano rilasciato un comunicato? “La misura è colma. L’aggressione verbale – offese personali, insulti irriferibili e minacce – immotivata e demenziale perpetrata nei confronti di un nostro collega nello svolgimento delle sue normali funzioni professionali, durante la trasmissione Domenica In, posta in atto dalla conduttrice del programma, è solo l’ultimo episodio increscioso di una lunga sequenza che impatta negativamente sull’intera categoria degli Ispettori di Produzione“, si accennava nella lettera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Daniele Santoianni, chi è l’ex concorrente del Grande Fratello 10 arrestato per intestazione fittizia di beni

next
Articolo Successivo

Ornella Vanoni attacca Silvia Romano: “Se era così felice, convertita, sposata perché l’avete liberata?”. Bufera sui social e l’artista cancella il post

next