L’aula della Camera si scalda durante l’esame del decreto Covid, dopo che Francesco Forciniti di M5s ha invitato le opposizioni a essere “responsabili” e a non “strumentalizzare” il dibattito. Per reazione sono intervenuti a titolo personale tutti i deputati di Lega e FdI, bloccando i lavori. I toni si sono alzati quando Igor Iezzi e Edoardo Ziello della Lega che hanno accusato di “fascismo” il governo e hanno detto che rappresenteranno “la nuova Resistenza“. “I partigiani della mia famiglia – ha replicato Emanuele Fiano – si rivolteranno nella tomba a sentire che i nuovi rappresentanti della Resistenza sono quelli che dicono che il 25 aprile non si deve festeggiare. Vergognatevi”. Il padre del deputato del Pd è Nedo Fiano, superstite dell’Olocausto, scampato alla prigionia di Auschwitz.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il deputato della Lega fuori di sé: “Cortei delle zecche rosse il 25 aprile e il primo maggio”. E difende i neofascisti che commemorano Ramelli

next
Articolo Successivo

Giustizia, da centrodestra mozione di sfiducia a Bonafede in Senato. Salvini: “Conto nell’appoggio di qualcuno in maggioranza”

next