Tramite il proprio profilo pubblico VK avrebbe pubblicato messaggi di apologia nazista e fascista, con fotografie di emblemi, personaggi e slogan di carattere razzista e suprematista, pubblicando anche immagini che lo avrebbero ritratto “davanti ai predetti emblemi imbracciando armi”, e post che “incitavano alla rivolta e ad azioni violente anche nei confronti dello Stato”. È l’accusa che ha portato a una perquisizione nei confronti di un 32enne di Campi Bisenzio (Firenze).

L’uomo, secondo quanto spiega una nota della polizia, “non risulta legato a organizzazioni politiche, è indagato per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa”. La perquisizione, effettuata dalla polizia su ordine della procura di Firenze, si è conclusa con il sequestro dei profili social utilizzati dal 32enne, di materiale propagandistico e di alcune armi da soft-air. Sequestrati inoltre tre fucili, legalmente detenuti dalla famiglia del 32enne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, le mascherine pagate dalla Regione Lazio (e non ancora arrivate) sono assicurate da un imputato in un processo di camorra

next
Articolo Successivo

Virus, Lamorgese: “Proporrò al governo di tornare a celebrare i funerali”. Ordinanza di Borrelli: si può derogare ai limiti dei cimiteri

next