Per alleviare l’isolamento da pandemia di coronavirus, i Pink Floyd hanno deciso di rendere disponibili gratis online alcuni dei loro grandi concerti del passato. Il primo è visibile dal 17 aprile in streaming, sul canale YouTube della gloriosa band: è “Pulse”, del 1995, con l’esecuzione live di 22 pezzi. Il film è stato girato durante la tappa londinese del “The Division Bell Tour” del 1994, durante il quale il gruppo si esibì all’Earl’s Court di Londra. In meno di 24 ore, le visualizzazioni sfiorano già le 900mila.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salmo: “I concerti di Milano e Bibione rimandati al 2021 ma non lascio nella me**a chi lavora con me, inventiamoci qualcosa”

next
Articolo Successivo

Frankie hi-nrg mc a FqMagazine: “Il governo deve pensare ora al settore musica. C’è chi dice che per la ripresa dei concerti dovremo aspettare 18 mesi. Molte persone saranno costrette a cambiare mestiere”

next