Tra i tanti film presenti nella nuova piattaforma Disney + c’è anche “Una sirena a Manhattan”, il primo film distribuito da Disney, ma pensato più per gli adulti che per i bambini. Una commedia romantica con protagonisti Tom Hanks e Deryl Hannah che, però, può risultare poco adatta ai più piccoli, ai quali è dedicata prevalentemente la piattaforma di streaming.

Così, Disney+ ha deciso di censurare alcune scene della pellicola, quelle nelle quali si vedeva in primo piano il “lato b” della protagonista: nella versione originale i capelli la coprivano solo in parte, mentre nella nuova edizione la chioma dell’attrice è stata grossolanamente allungata in post produzione, così che le scene di semi nudo sono state completamente eliminate. La cosa però non è affatto piaciuta ai fan, che sui social si sono lamentati definendo la censura “non solo inutile, ma anche mal fatta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giorgio Armani, la lettera al mondo della moda: “Io non voglio più lavorare così, è immorale. È tempo di togliere il superfluo e ridefinire i tempi”

next
Articolo Successivo

Alda D’Eusanio aggredita per strada posta il video su Instagram

next