Alessia Ferrante, 37 anni, è morta ieri pomeriggio 10 aprile durante un intervento di chirurgia estetica. La donna, influencer con più di 100mila follower su Instagram, sarebbe andata in arresto cardiaco subito dopo l’anestesia. L’intervento di liposuzione alle cosce di stava svolgendo in un poliambulatorio privato di Monopoli. È stato il titolare dello studio medico a chiamare i soccorsi. Quando l’ambulanza è arrivata gli addetti del 118 hanno tentato invano di rianimare la donna. La Procura di Bari ha aperto un’inchiesta. Il pm Gaetano de Bari ha ordinato il sequestro della struttura e nelle prossime ore disporrà l’autopsia. Alessia viveva a Bisceglie (Bari), ed era la figlia di un noto calciatore biscegliese, Renzo Ferrante, ora responsabile delle giovanili dell’Unione calcio Bisceglie. Dal 1979 al 1981, Ferrante giocò anche in Serie A, con la maglia dell’Avellino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elettra Lamborghini: “Ho amici che stanno morendo. Per favore, dovete stare a casa. Pensavate che fosse passato tutto?”

next
Articolo Successivo

Amazzonia, primo decesso per coronavirus in una comunità indigena: muore un ragazzo di 15 anni

next