Si vede che proprio non avevano voglia di accoppiarsi davanti a tutti, per altro ‘fomentati’ dagli operatori dello zoo. E così i due panda sono stati 10 anni senza “battere chiodo”. Quando però, lo scorso 26 gennaio, il parco di Hong Kong ha chiuso per coronavirus e loro sono rimasti soli, ecco che si sono uniti. “Finalmente un po’ di privacy”, titola il New York Times. Ying Ying e Le Le, questi i nomi dei due panda giganti entrambi 14enni, hanno cominciato a manifestare i comportamenti ‘danzanti’ tipici della stagione degli amori, che solitamente si presenta tra marzo e maggio: “Ying Ying ha iniziato a passare più tempo a giocare nell’acqua mentre Le Le marcava il territorio e ricercava l’odore della femmina”, ha spiegato il direttore del parco, Michael Boos. E alla fine, l’amore. “Siamo molto felici perché ci sono molte più probabilità di una gravidanza così che non con l’inseminazione”, ha aggiunto Boos. Oltre a essere una buona cosa per questa neo coppia, la loro intesa lo è anche per la salvaguardia di questa specie a rischio estinzione.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Miss Inghilterra torna a fare il medico per aiutare i suoi colleghi a combattere l’emergenza coronavirus

next
Articolo Successivo

Coronavirus, nonostante la quarantena fanno un party con alcol, droga e prostitute: contagiati sei giovani rampolli

next