L’emergenza Coronavirus ha fermato (anche) “Un posto al sole”. Dopo 23 anni di messa in onda ininterrotta, il set della soap di Rai3 si è fermato in attesa di tempi migliori. E se in tv i telespettatori potranno godere delle repliche della 16esima stagione (quella già trasmessa nel 2012), gli attori si sono inventati un escamotage per tenere compagnia al pubblico anche su Instagram.

Così “Un Posto al Sole” diventa “Un Posto a Casa”. “In occasione di questo tuffo nel passato dai tanti ricordi, abbiamo deciso di trascorrere con voi del tempo la sera poco prima della messa in onda. Un po’ siamo a casa e un po’ non vogliamo assolutamente perdere il nostro posto al sole con voi”, hanno annunciato i social di Rai3. A partire dal 6 aprile, ogni sera alle 20.30, gli attori della soap si collegheranno dai propri salotti per interagire con i telespettatori. Dove? Sul profilo ufficiale di Instagram @unpostoalsolerai3. Un modo per intrattenere il pubblico già sperimentato da altre trasmissioni televisive come “Detto Fatto” e “Tiki Taka”.

Da Michelangelo Tommaso (il “suo” Filippo Sartori sarà il primo a intervenire), fino a Luca Turco (Niko Poggi, previsto venerdì 10 aprile) con il ritorno di Davide Devenuto (nonostante il personaggio di Andrea Pergolesi sia uscito di scena dalla soap): è già stata pubblicata una sorta di scaletta con gli attori coinvolti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Che Tempo che Fa, “ma Fazio sta intervistando il ministro Lucia Azzolina o Sabina Guzzanti?”

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Teresanna Pugliese racconta l’uscita dalla Casa con il coronavirus: “Totalmente sotto choc, tremavo”

next