Ha strangolato la sua compagna al culmine di una lite, poi, in stato confusionale, ha chiamato i carabiniere per dire cosa aveva fatto. È accaduto questa mattina a Furci Siculo, in provincia di Messina. La vittima, Lorena Quaranta, originaria della provincia di Agrigento, era iscritta alla facoltà di Medicina a Messina. Il compagno, Antonio De Pace, ha confessato il delitto: ma prima di chiamare i carabinieri avrebbe cercato di suicidarsi tagliandosi le vene, salvato dall’arrivo delle forze dell’ordine. In questo momento è sotto interrogatorio. L’uomo, calabrese di Vibo Valentia, era iscritto alla stessa facoltà della fidanzata.

Sull’omicidio è stata aperta un’inchiesta coordinata dalla procura di Messina e guidata da Maurizio de Lucia. Sul posto, dove sono subito intervenuti i carabinieri e il medico legale, è arrivato anche il sindaco Matteo Francilia: “È un dramma nel dramma. Stamattina ci siamo svegliati con la notizia di questa tragedia. Siamo sconvolti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, decapita la madre con un coltello. La sorella riesce a fuggire e avvertire i carabinieri

next
Articolo Successivo

Messina, strangola la compagna e nell’interrogatorio la accusa falsamente di avergli trasmesso il coronavirus. I pm: ‘Frasi senza senso’

next