Per un errore di trasmissione l’ufficio stampa del #Quirinale ha inviato ai media un file sbagliato contenente alcuni fuori onda del Presidente Mattarella. Ce ne scusiamo con gli operatori dei media e i telespettatori“. Questo il tweet che ieri sera 27 marzo è stato postato sul profilo Twitter ufficiale del Quirinale. Il motivo? Qualche minuto prima che venisse mandato in onda il discorso del Presidente Mattarella ha cominciato a circolare un fuori onda: “Giovanni – dice il Presidente sistemandosi i capelli – non vado dal barbiere neanche io“. E ancora: “Giovanni per piacere, scegli una posizione perché se ti muovi io seguo…“. Insomma, alcuni ‘errori’ e battute di Mattarella. Ed ecco il post di scuse. La cosa da notare sono i commenti proprio a questo post: “E’ stato un momento di autenticità di cui abbiamo bisogno”, commenta Antonella Clerici. E non la sola. “È stato tutto perfetto”, “L’errore più bello che si potesse fare”, Noi vi ringraziamo tantissimo. Uno scorcio di grandissima umanità, quello che ci serviva”, scrive Andrea Delogu. E via con “Non dovete scusarvi. Un dono per tutti scoprire di avere finalmente un uomo che ci rappresenta tutti, nell’essere umani”, commenta Frankie hi-nrg, “Mi unisco ai ringraziamenti. È stato bellissimo e ci ha fatto stare bene”, dice Giulia Blasi. Un tripudio di commenti, di complimenti e, va detto, d’amore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Belen Rodriguez e la foto della sua ricetta della pasta al pomodoro: “Ma quanta cipolla ha messo?”

next
Articolo Successivo

Sergio Mattarella, parla il suo barbiere di fiducia citato nel fuorionda: “Appena torna a Palermo gli sistemo i capelli. Sono un po’ lunghi e ora non gli stanno in ordine”

next