Estendere i tamponi anche ai positivi asintomatici al coronavirus? Sì. Il dato emergente riguarda gli asintomatici che diffondono il contagio e quindi l’aumento dei tamponi diventa una strategia importante”. Lo annuncia ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio24, il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, che aggiunge: “Nella parte della nostra regione dove i numeri sono ancora bassi, questa strategia ha una maggiore possibilità di successo. Ci stiamo attrezzando nella zona di Ascoli Piceno con una macchina capace di processare 800 tamponi al giorno per fare un salto di qualità importante. Riusciremo a quadruplicare la capacità produttiva di oggi”.

Il presidente marchigiano spiega la situazione nella sua regione: “Abbiamo una curva di crescita dei contagi simile a quella della Lombardia con qualche giorno di ritardo. Vedendo quello che è successo in Lombardia, da una parte siamo preoccupati, ma dall’altra ci stiamo rimboccando le maniche. Abbiamo oltre 500 ricoverati e siamo arrivati a 110 posti di terapia intensiva dedicati unicamente al coronavirus, numero che contiamo di aumentare. Oggi dovrebbero arrivare 38 ventilatori dalla Protezione Civile nazionale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, in mezzo a questo casino siamo fortunati ad avere un sex symbol a palazzo Chigi

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Zaia: “In Veneto continuiamo con la politica dei tamponi, come ha ribadito ieri l’Oms”

next