La puntata di venerdì scorso di “Amici di Maria De Filippi” ha infiammato non solo i presenti in studio, ma anche le “tifoserie” sui social. I ballerini Javier e Valentin hanno tenuto banco per tutta la puntata. Il primo è uscito fuori dallo studio, dopo l’ennesimo scontro, vinto dal rivale Nicolai. Il ballerino cubano poi è stato riacciuffato per i capelli e reinserito nella gara. Poi è stata la volta di Valentin che ha alzato le spalle, affermando di essere stufo dei teatrini in atto e anche se avesse vinto all’ultimo scontro, contro il cantante Jacopo, se ne sarebbe andato.

Maria De Filippi lo ha accompagnato alla porta. Da quel momento apriti cielo. Per tutto il weekend sul web si è discusso molto sulla gestione della conduttrice e produttrice storica del programma di Canale 5. Molti utenti hanno rimproverato la De Filippi di favoritismi nei confronti di Javier e di aver adottato due pesi e due misure con Valentin. Tantissimi hanno difeso la posizione di Alessandra Celentano che ha bollato la giuria come “incompetente” più volte e si è scagliata anche contro la De Filippi stessa. Di conseguenza l’hashtag #MariaDeFilippi è stato in trend topic sui social per diverse ore. La situazione è stata sicuramente difficile da gestire su più fronti, da Alessandra Celentano che ha dato manforte a Javier, scagliandosi contro la giuria formata da Vanessa Incontrada, Gabry Ponte e un attonito Christian De Sica (che ha sostituito momentaneamente Loredana Bertè, costretta a stare a Milano per evitare qualsiasi contagio per il Coronavirus), dall’altra le intemperanze piuttosto accese dei due ballerini, Maria De Filippi ha cercato di gestire il palco con mano ferma, cercando di rimettere ognuno al proprio posto, mai si era vista, infatti, la conduttrice così dura e risoluta in trasmissione. Ma era l’unica soluzione possibile.

Passano 24 ore e arrivano le scuse di Alessandra Celentano. “Vorrei tornare sulla puntata di venerdì ed esprimere tutto il mio rammarico e dissenso nei confronti dei ragazzi che hanno manifestato la volontà di abbandonare il programma. – scrive sul suo Instagram la maestra – La cosa che non posso non notare é che entrambi lo hanno fatto in due momenti stranamente particolari: Javier lo ha fatto dopo aver perso una sfida diretta con Nicolai, e Valentin quando si é trovato nell’ultima sfida del girone eliminatorio contro Jacopo. Io so bene che Amici è un’opportunità molto importante per loro e so anche che ci sono moltissimi altri ragazzi che vorrebbero essere al posto loro, ma che forse a differenza loro apprezzerebbero invece tutte le opportunità che la scuola di Amici offre”.

E infine: “Amici è una scuola, ma Amici è anche una gara e non c’è nessuna divergenza di opinione tra le diverse giurie che possa autorizzare gli allievi ad un atteggiamento ingiusto e ingrato nei confronti di una intera trasmissione al loro servizio! Io stessa poi mi rendo conto, purtroppo, di aver avvallato inconsapevolmente la reazione di Javier, dandogli ragione in merito al giudizio della giuria esterna quando invece avrei dovuto farlo ragionare. Le diverse opinioni dovrebbero stimolare il confronto e mi dispiace se invece, colta dalla concitazione del momento, ho mancato di rispetto agli altri giurati. Siamo tre diverse giurie: tecnica, di professori ed esterna, e ciascuno di noi valuta i ragazzi secondo i propri criteri, diversi ma non per questo migliori l’uno dell’altro”.

Poi è intervenuto anche il direttore artistico Giuliano Peparini, che in trasmissione aveva in qualche modo rassicurato e “difeso” Javier dalle critiche, invitandolo a tornare in gara “perché tu diventerai un grande primo ballerino, ci metto la mano sul fuoco”. Peparini sostanzialmente, senza citarli, ha bacchettato i due ballerini rivoluzionari: “Nelle ultime ore mi è capitato di riflettere molto su quello che è successo ieri sera.
Non entrerò nella polemica, non parlerò di meriti o di demeriti. – ha scritto Peparini – Quello che voglio dire è che è una scuola che permette a giovani allievi di crescere, di imparare, di esprimersi, di avere delle opportunità in più che possono essere enormi ed uniche”.

Il direttore artistico è entrato nello specifico: “Dietro quello va in onda in televisione una volta a settimana c’è un lavoro infinito, immenso, sette giorni su sette 24h su 24, di tantissime persone che credono in quello che fanno e che lavorano duro, ed è doveroso avere rispetto per tutto questo! È altrettanto doveroso non pensare di poter entrare e uscire da un percorso a seconda del proprio stato d’animo del momento, a seconda del nervosismo, a seconda del nostro punto di vista, a seconda del nostro disaccordo”.

In chiusura Peparini ha tracciato un insegnamento fondamentale: “Quando la vita ci da delle possibilità, oltre che coglierle, dobbiamo rispettarle, e rispettarle significa andare fino in fondo, giocarsela tutta fino alla fine. Soprattutto è fondamentale avere e dimostrare gratitudine e rispetto per tutto quello che ci viene dato. Perché è solo così che impareremo a dare valore a quello che abbiamo, ma sopratutto a noi stessi”.

Quindi con queste due dichiarazioni importanti, arrivate qualche ora dopo la messa in onda, si è cercato di spegnere il fuoco delle polemiche, evidenziando che comunque Javier e Valentin si sono comportati in maniera eccessiva e scorretta, a difesa di tutta la macchina organizzativa di “Amici”. E i diretti interessati? Javier, al rientro nella casetta con tutti i suoi compagni, venerdì notte non sembrava affatto pentito: “La giuria non può permettersi di sbagliare, io sono stato più bravo di Nicolai”. Valentin ha affidato a Instagram poche eloquenti parole, incisive: “Nella vita devi sapere sempre quando ti devi fermare. Ho imparato una lezione di vita, sono arrivato alla fine di questo viaggio con la schiena dritta e ho conquistato il più grande premio: il cuore della gente”. Intanto è stato confermato l’appuntamento a questo venerdì con la quarta puntata di “Amici di Maria De Filippi”, che rimane uno dei pochissimi programmi televisivi che è rimasta nel palinsesto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, dal balcone l’imitazione di Morgan (“Le brutte intenzioni, la maleducazione”) e Achille Lauro è uno spasso: il video da Caserta

next
Articolo Successivo

Coronavirus, anche “Chi l’ha visto” sospeso: Federica Sciarelli e tutta la redazione in quarantena

next