C’è una nuova generazione di rapper che piano piano si sta facendo spazio nel già affollato panorama musicale italiano. Specialmente le donne stanno prendendo piede, ognuna con una propria personalità. Dopo la 17enne Madame (che ha appena sfornato il gioiellino “Baby”), ecco la 16enne Anna (Pepe è il suo cognome) che con “Bando” ha conquistato piano piano la vetta della classifica FIMI dei singoli più venduti in Italia e dopo essersi iscritta su Spotify, in cinque settimane ha conquistato più di 1 milione di ascoltatori. Il lyric video caricato su YouTube, un mese fa, ha già totalizzato oltre 3.800.000 visualizzazioni. Anche le radio si stanno accorgendo di Anna, tanto che il direttore di M2o, Albertino, è stato il primo a “scoprirla” e a lanciarla. Al momento “Bando” nella classifica Earone dei brani più passati in radio è in costante crescita e al 33esimo posto, numeri importanti per una cantante che era una perfetta sconosciuta.

Su Instagram con soli 16 post viaggia sui 135mila follower. Su TikTok “Bando” è già virale. Qual è il segreto del successo del brano nato lo scorso dicembre da un beat preso da YouTube (il proprietario Soulker alla fine le ha concesso i diritti) e pubblicato sulle piattaforme digitali il 31 gennaio? Linguaggio schietto e musica coinvolgente. Semplice ma diretta: “Vi vedo un po’ mosse, situazioni e cose. Dico cose e le faccio, no, non parlo e basta. Tu non hai stoffa, meglio se smetti col rap. Oppure i talent, giuro, fanno per te. Per fare ‘sti bands mi divido in tre. Tre flow in un minute, ca*zo ho fatto frate’”.

Anna viene da La Spezia ed è appassionata di rap, è cresciuta tra i vinili del padre ex Dj ed è iscritta al secondo anno di grafica pubblicitaria. Ama follemente Nicki Minaj, suo punto di riferimento. “Bando”, si pronuncia “Bendo”, ed è uno slang che significa “quartiere”. In effetti il brano che ha un flow potente su base house, fa un ritratto di alcune personalità che si possono incontrare nelle periferie delle grandi città. C’è anche il booster, scooter icona degli Anni 90. Questa è la prima vera e propria prova del fuoco per la giovanissima rapper, che ha studiato da piccola il pianoforte e ha iniziato presto a fare video e pubblicarli su YouTube. Dal 2018 le cose si fanno più “serie” e collabora con il rapper Anis ed è presente nei brani “24/7” e “Holidays”. Poi il boom di “Bando”, cresciuto per una serie di fortunate coincidenze, dunque per ora Anna si gode il successo del suo primo singolo ufficiale e non si tira di certo indietro in un campo competitivo, come quello della scena rap. La Madame è avvisata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Emma, Tommaso Paradiso, Jovanotti e tanti altri: lo streaming “salva” la musica con concerti in diretta, dibattiti, chat, letture e ricette

next
Articolo Successivo

Francesca Michielin a FqMagazine: “Ho cambiato totalmente il mio universo musicale, i fan prima sono rimasti molto sorpresi, ma poi…”

next