È morta investita dalla figlia, che si trovava alla guida della sua auto. È successo a Giulianova, in provincia di Teramo, dove intorno a mezzogiorno una 40enne è stata travolta e schiacciata contro il muretto di recinzione di un’abitazione. L’auto si stava muovendo in retromarcia in via Ancona, strada stretta e a senso unico, traversa del lungomare Zara a Giulianova Lido. La ragazza, 15 anni, è sotto choc. Secondo le prime ricostruzioni pare che si sia trattato di un incidente. Sembra infatti che madre e figlia stessero litigando e che la donna stesse cercando di far scendere la ragazza dall’auto. La minorenne era al posto di guida e la madre vicino allo sportello aperto della vettura: era inserita la retromarcia e l’auto si è messa in movimento, facendo così finire la donna sotto le ruote della vettura. Inutili i soccorsi da parte del 118.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rovigo, lei uccisa e lui in gravi condizioni. In casa trovata una lettera: “Scusateci”

next
Articolo Successivo

Simona Viceconte, aperta inchiesta per istigazione al suicidio e disposta l’autopsia

next