Cos’è successo davvero nella notte tra sabato e venerdì dietro le quinte del Festival di Sanremo tra Bugo e Morgan? Lo svelano le immagini del DietroFestival, lo speciale andato in onda il 9 febbraio su Rai1 dopo il tg delle 20.00 con i video esclusivi del backstage della 70esima edizione del Festival di Sanremo. “Siccome fanno i complotti…Ieri sera abbiamo fatto delle prove e poi hanno fatto una cosa diversa…”. Così si sente dire da Morgan prima di entrare in scena per la sua ultima esibizione, conclusasi con la squalifica sua e di Bugo.

Tutto succede in pochi istanti, ecco il loro dialogo (forse edulcorato dal montaggio):

Morgan: “Il complotto di stasera qual è? Che avete studiato di bello? Siccome fanno i complotti. Ieri sera abbiamo fatto delle prove e poi hanno fatto una cosa diversa”.
Bugo: “Statti zitto oh, non puoi rompere le palle. Dai, basta”.
Morgan: “Ieri sera sembravi Frank Sinatra oh. Bravissimo”.
Bugo: “Stai zitto”.
Morgan: “Hai cantato da Dio, l’hanno detto ovunque”.
Bugo: “Vai a fare un giro”.
Morgan: “Oggi faccio un giro bellissimo, sai che giro faccio?”.
Bugo: “Hai iniziato tu, non io, con le scenate”.
Morgan: “Canti da Dio”.
Bugo: “Stai tranquillo”.
Morgan: “Cazzo, fai cagare”.
Bugo: “Ma perché…”.

Poi tutto si interrompe perché è il momento di scendere sul palco. Il resto è cronaca. Morgan cambia le parole del brano “Sincero” insultando Bugo che raccoglie i fogli e se ne va, mentre subito accorrono Amadeus e Fiorello. Un caso senza precedenti a Sanremo: è l’esibizione più breve e clamorosa della storia del Festival.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Live Non è la D’Urso, Pietro Delle Piane si sottopone alla “macchina della verità” e poi sbotta: “Ho sbagliato a venire, una buffonata”

next
Articolo Successivo

Live Non è la D’Urso, Morgan a Barbara D’Urso: “Tu lo conoscevi Bugo? È esistito grazie a me”

next