Era ormai notte fonda, l’1.30 passata, quando ha fatto il suo ingresso sul palco dell’Ariston lo scoppiettante duo composto da Elettra Lamborghini e Myss Keta che nella serata delle cover hanno eseguito “Non succederà più“, di Claudia Mori. Neanche a dirlo, l’ereditiera e la cantante misteriosa hanno dato spettacolo, infiammando il pubblico con un bacio saffico mancato. Sì, perché le due si sono avvicinate in modo audace ma si sono fermate proprio poco prima di sfiorarsi le labbra. Tanto è bastato però per lanciare una provocazione e richiamare alla memoria un altro (vero) bacio saffico entrato nella storia della musica, quello tra Madonna e Britney Spears.

A parte questo però, la loro esibizione non è stata delle migliori come hanno fatto notare in tanti su Twitter: “Non succederà più che tornerete a Sanremo“, ha scritto commentato qualcuno. E ancora: “Avevamo detto niente karaoke a questo addio al nubilato ragazze“, “#ElettraLamborghini e #missketa come a 18 anni al Karaoke con la tua migliore amica. Sbronze“. Critiche a cui Myss Keta ha prontamente risposto: “Non sapete cosa è il punk”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sanremo 2020, Fiorello e Tiziano Ferro chiudono la polemica postando sui loro profili una foto abbracciati. E poi un bacio in diretta sul palco dell’Ariston

next
Articolo Successivo

Sanremo 2020, il monologo di Roberto Benigni sul Cantico dei Cantici: dall’attore toscano un’attualizzazione semplificata e con lessico asettico – Il confronto

next